Buon anno a tutti

Questo è l’augurio che noi del Centro Il Settimocielo facciamo a tutti, che siano clienti o persone ancora non interessate alla vera e sana nutrizione, che siano Triestini, Italiani o che abitino lontano, anche nell’altro emisfero di questa piccola goccia che è la Terra.

Augurare del bene è sempre una cosa positiva, facciamolo tutti e facciamolo sempre, a Natale come a Capodanno e a Pasqua, a San Michele (29 settembre) come a San Giovanni (24 giugno) e ogni giorno, se possibile, estendendolo ad amici e nemici, alle persone mai incontrate e a quelle che mai incontreremo, a quelle anime che stanno per incarnarsi e a quelle che già han deposto il loro corpo fisico.

Natale, Pasqua, San Giovanni e San Michele sono i quattro punti di svolta dell’anno e andrebbero festeggiati da tutti proprio come i compleanni nostri e degli altri.
Usciamo dall’obbligo del regalo e dal materialismo ad ogni costo, poiché da quando prima la TV e poi Internet ci sono piombati in casa, non abbiamo più tempo per uscire, per il teatro, la musica, gli amici, per delle sane letture che ci migliorino la comprensione del mondo nel quale viviamo e tutti abbiamo molto da imparare ma di solito ci inventiamo storie tipo “sì, mi interesserò di questo o di quello, ma ora non ho tempo”, sperando che prima o poi il tempo ci venga elargito, mentre dovremmo – tutti – interessarci alle profondità dell’esistenza fin da ragazzi e non smettere mai per tutto il corso della vita.

Chi persegue un giusto cammino vive un’eterna giovinezza dell’anima che non smette mai di stupire.

Il cibo

Il cibo è parte importante per tutti, non chiediamo noi al Padre nostro che ci venga reso possibile avere il nostro pane quotidiano?
Sostituite la parola pane con la parola cibo o nutrimento e avrete già fatto un passettino; ecco, ora estendete questo nutrimento anche all’acqua, all’aria e quindi pensate anche al cibo per lo spirito.

Solo una persona che nutre tutte le sue parti costitutive è una persona migliore. Se invece si programmano pasti luculliani ad ogni ricorrenza, non abbiamo compreso ancora che nutrire non è una cosa che coinvolge solo il palato e lo stomaco.
Qualsiasi festeggiamento ha sì bisogno di cibo e condivisione, ma di un cibo totale.

Penso ai milioni di persone che riempiono se stesse con cibi innaturali e chimicizzati, a quale gradino evolutivo appartengono? Di certo al più basso! Ed ora pensiamo a quanti denari verranno spesi per il cenone di Capodanno: si berranno ogni genere di porcherie, si mangeranno animali a quintali e spenderemo cifre assolutamente assurde per… star male al primo dell’anno.

Chiediamoci: dopo una bevuta e una mangiata chimica, che augurio saremo in grado di fare? Forse di una buona salute? Quanta miseria avremo introdotto in noi, nel nostro sangue, nei nostri già fragili nervi?

A noi piace fare auguri ma vogliamo farli onestamente e moralmente, magari pensando che anche l’ateo materialista possa divenire uno studioso di Scienza dello Spirito (non si può sapere quello che il destino – Karma – ha in serbo per noi).

AUGURI, dunque, a tutti, e che siano auguri pensati con la testa e riscaldati con il cuore.

 

Per esempio, noi Vi auguriamo di poter trovare, sempre presso il nostro centro, i migliori prodotti BIO e i consigli di tutto lo staff, nonché di poter seguire mensilmente gli articoli di Nevio Sgherla su: www.centroilsettimocielo.com/articoli

Da gennaio 2016 il nutrizionista olistico Nevio Sgherla ricomincerà i suoi incontri personali e quelli riservati alle persone che vogliono apprendere sia sulla questione nutrizionale sia su quella antroposofica, e si augura che sempre più persone vengano per crescere ed approfondire.

BUON 2016 A TUTTI!

Lo staff del centro il settimocielo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *