La coscienza si sta ampliando

Centro il Settimocielo Trieste | Alimentazione biologica consapevole

[Photo credits]

 

Piano, piano, senza far troppo rumore la coscienza di noi occidentali si sta ampliando.

I vari scandali di politici che, rubando, si son fatti un piccolo impero sono un segno di questi tempi.
D’altra parte, ci si sta accorgendo che tutta la vita economica e politica altro non è che una realtà virtuale dove i cosiddetti “maneggioni”, che sono soltanto più furbi – più furbi e non più intelligenti – del resto della popolazione, hanno pescato a piene mani, con disprezzo degli altri e senza ideali da proporre (non ne hanno).

Assurgere al potere, qualunque esso sia, non è da tempo questione di meriti, bensì di inganni, truffe, falsità. Un bel film, che forse non troppi hanno capito (perché non si va al cinema che per distrarsi) è il divertente C’è chi dice no con Paola Cortellesi, che con leggerezza e maestria dipinge il mondo dei grandi imprenditori e di certi medici e certi avvocati: un modo di raccomandati impuniti.

Mi piace pensare, però, che non tutti siano così.
Ho molti amici medici che svolgono il loro lavoro con forte ideale, e un amico avvocato che persegue la giustizia con assoluta moralità. Questi sono i nostri tempi, tempi di un timido inizio di cambiamento, di un cambiamento che va verso una coscienza morale.

Qualcuno obietterà che “gli stupidi” e “gli ignoranti” non muovono un dito per far sì che un buon cambiamento avvenga… ma è solo una questione di evoluzione personale; se scuola e famiglia fossero orientate al bene, ci sarebbero molti meno “stupidi e ignoranti”, così come anche meno obesi, meno persone che andrebbero a caccia, meno donne con parti del corpo rifatte per vanità, meno violenza criminale, meno tossicodipendenti, meno frivoli concorsi di bellezza, meno esperimenti su animali e minor consumo di carne, ma anche di pesce, che è animale anch’esso.
Dimenticavo le discoteche, luoghi dove oggi purtroppo svampiscono le menti e le anime dei giovani.

Dunque, se già da sé un piccolo cambiamento di coscienza sembra esserci, possiamo aiutarlo.
Come? È molto semplice.
Avete presente i carrelli strapieni dei supermercati? Gran parte di quella merce che ancora molti pensano sia cibo, finisce negli inceneritori e prima nei cassonetti o sui marciapiedi ma, purtroppo, una parte viene anche mangiata.

L’uomo consta di tre parti: una più mentale, una più sentimentale ed una che potremmo ben definire Volontà.

I più non lo sanno, ma quello che oggi maggiormente pesa è la mancanza di volontà.
Il numero di persone consapevoli si restringe ulteriormente quando si chiede da cosa dipenda la volontà? Ebbene, non vi può essere volontà se il nutrimento che introduciamo in noi più che nutrirci ci avvelena.

Biologico e biodinamico a parte, tutto il rimanente cibo non nutre e quindi non  può sviluppare la volontà.
Pensate a cosa può fare una persona drogata o un ubriaca; bene, ora pensate a tutti i veleni che ogni giorno ingurgita la gente comune. Le droghe sono veleni che alterano, l’alcol e il cibo pieno di chimica fanno altrettanto.
Ecco che l’agricoltura biologica e ancor meglio quella biodinamica possono aiutare la nostra coscienza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *